Testata Progetto bioclimatico

Progetto bioclimatico

L’architettura bioclimatica è la progettazione di edifici che tiene conto della posizione in cui si trovano e delle condizioni climatiche. Questo permette di sfruttare le risorse dell’ambiente, come la radiazione solare, la vegetazione, i venti, le precipitazioni per ottenere il massimo comfort termico all’interno della casa, senza apporto di energia.
Il progetto risultante è strettamente legato alle condizioni climatiche, è necessario utilizzare strategie diverse a seconda del clima e della stagioni dell’anno. Questo è evidente nell’architettura popolare che presenta caratteristiche peculiari in ogni regione.
Il clima mediterraneo, in particolare quello di Almería, ha caratteristiche più estreme in estante, per cui le strategie saranno più orientate alla protezione estiva. L’edificio popolare ha poche aperture sia a nord che a sud, inoltre a sud sono protette da pergolati. Muri spessi di elevata inerzia termica in pietra o terra. Tetti piani e percorribili con raccolta dell’acqua piovana. Aree protette dai venti in inverno e altre esposte alle brezze prevalenti in estate.

Ristrutturazione integrale del Cortijo la Tenada

Si è ritenuto essenziale rispettare nella ristrutturazione lo stato originale dell’edificio. Inoltre si è cercato di mantenere le strategie progettuali popolari dell’edificio esistente. Il cortijo è stato ristrutturato mantenendo i vecchi volumi, rispettandone la struttura interna e l’aspetto della facciata principale. Quaclche variazione è stata necessaria negli interni e sulla facciata nord che non aveva quasi aperture.

Il progetto

L’idea principale è stata quella di conservare il progetto tradizionale e la strategia bioclimatica. Si ha recuperato il concetto di pareti con elevata inerzia termica ed è stata studiata la disposizione delle finestre, sia la posizione che le dimensioni, in modo che potessero avere una funzione di captazione in inverno e che fosse possibile proteggerle con pergole in estate.
Sono state progettate un cortile interno e le aperture sulle facciate per`facilitare la ventilazione trasversale, nord-ovest e sud-est. Infine la distribuzione degli ambienti è stata fatta in base alla orientazione più adeguata secondo l’uso dello spazio.