Testata Gestione dell’acqua

Gestione dell’acqua

Un altro aspetto chiave della ristrutturazione è stato lo studio del ciclo delle acque. Il cortijo è situato in una zona dove non esiste approvvigionamento idrico, perciò sono stati costruite due cisterne (aljibes) interrate, una per reccogliere le acque piovane dal tetto e l’altra per immagazzinare l’acqua trasportata da camion-cisterna. Abbiamo anche restaurato una antica cisterna con tetto a boveda che raccoglie l’acqua pivana superficiale che scende dalle colline circostanti durante i temporali torrenziali, tipici di questa zona. Tutti gli apparati sanitari dispongono di sistemi riduzione del consumo delle acque.
In ogni caso la miglior gestione si ottiene attraverso un uso responsabile dell’acqua.
Inoltre le acque grigie (docce e lavandini) sono raccolte e filtrate separatamente per riciclarle nel sistema d’irrigazione del giardino, invece le acque nere (wc e lavandini delle cucine) sono depurate in una fossa settica con filtro biologico.

MODELLO ATTUALE di gestione dell’acqua a scala regionale

  • non raccoglie l’acqua piovana
  • fonti di contaminazione ambientale e delle sorgenti d’acqua
  • grande spesa energetica per la depurazione
  • non si impiegano sistemi di riutilizzo di acque di diverse qualità (potabile, grigia, nera)

MODELLO SOSTENIBILE di gestione dell’acqua a scala regionale

  • raccolta dell’acqua piovana
  • riutilizzo e depurazione di acque in base alle diverse qualità (potabile, grigia, nera)
  • eliminazione di fonti di contaminazione
  • riduzione dell’energia per la depurazione