Testata Climatizzazione naturale

Climatizzazione naturale

Per ottenere la temperatura di confort in estate, intorno ai 26º C, è fondamentale il comportamento dei muri di terra, calce e canapa, che hanno una grande inerzia termica che ritarda l’aumento dell atemperatura interna. Inoltre è importante l’ombra generata dalle pergole della facciata sud, in particolare in corrispondenza delle finestre.
In generale, abbiamo visto che la differenza di temperatura che mantengono i muri è di circa 10º C. In questo modo è possibile mantenere la temperatura di confort di 26º C senza necessità di spesa energetica quando la temperatura esterna raggiunge i 36º C. Nel caso di una maggior temperatura esterna si può ottenere un abbassamento della temperatura interna grazie alla ventilazione, visto che c’è sempre una facciata non esposta al sole che permette il movimento di aria e abbassa la sensazione termica di vari gradi.
In inverno vengono tolti gli elementi d’ombra delle pergole per ottenere una maggior esposizione della facciata sud ed aproffittare così l’effetto serra generato dalle finestre. Inoltre, i muri con gran inerzia termica funzionano da accumulatori di calore in inverno. Abbiamo anche installato un sistema di riscaldamente a pavimento, scaldato attraverso pannelli solari e una caldaia GPL d’appoggio.
Le temperature registrate nella casa rivelano che in giornate invernali soleggiate, con una temperatura esterna di 10º C, il sistema solare mantiene una temperatura costante di 20º C senza apporto energetico supplementare.
In quanto all’umidità, abbiamo dati che ci confermano che sia un inverno che in estate, i muri e l’intonaco di calce, mantengono una umidità costante del 60%. Questo influisce direttamente nel confort termico all’interno della casa, visto che la sensazione di calore non dipende solo dall atemperatura ma anche dall’umidità. Mantenere l’umidità costante, dentro i margini del confort, migilora il comportamento bioclimatico della casa.